Un inaspettato week end ad Ancona

Oggi vi voglio parlare di un fine settimana passato ad Ancona qualche tempo fa insieme ad un’amica, un week end diverso dai soliti giri turistici di routine proposti per Ancona, come per esempio la visita al Lazzaretto, alla Loggia dei Mercanti e alla chiesa di Santa Maria di Portonovo, tutti posti meravigliosi, ma noi abbiamo preferito fare un breve itinerario alternativo costruito su misura sui nostri gusti.

Bed-Breakfast-Ancona-017
Siamo arrivati venerdì sera al b&b Villa Ngiolò che si trova ad Ancona, vicino all’ospedale, da subito siamo rimasti colpiti dall’ospitalità e dal calore familiare dei titolari, quando si dice: “trovarsi come a casa propria… ma meglio!!”
Nicoletta e Mario ci hanno mostrato la nostra camera ed io me ne sono subito innamorata! Innanzitutto era molto spaziosa ed arredata con uno stile moderno ma caldo e accogliente, il letto era comodissimo ed ho dormito veramente bene. Già eravamo entusiasti, ma al nostro risveglio ci aspettava una sorpresa meravigliosa, dalla finestra una vista mozzafiato del mar Adriatico ci ha dato il buongiorno (e per gente come noi che vive in città, svegliarsi cullati dalle onde del mare è un privilegio eccezionale!).

Appena pronti siamo scesi nel soggiorno dove abbiamo fatto colazione, Nicoletta mi ha preparato un buon cappuccino con latte di soia (sono intollerante al latte di mucca ed è stato bello non sentirsi dire il solito: “mi dispiace signora, perché non prende un té? ”).
Dopo una buona mezz’ora in cui abbiamo assaggiato un ottimo plumcake fatto in casa e svariate fette di pane e marmellata di arance sempre casalinga, ci siamo finalmente decise a dare il via al nostro week end.

Sabato lo abbiamo dedicato all’attività all’aria aperta, anche grazie alla bellissima giornata di sole, ci siamo diretti al Conero Golf Club, tempio del golf, location esclusiva e suggestiva, dove per sole 10 euro ho potuto fare il campo pratica e scoprire che sono negata per il golf! E’ stata un’esperienza unica ed irripetibile, ed oltre all’aspetto sportivo è anche possibile vedere svariati esemplari di fauna selvatica (personalmente ho visto un paio di leprotti adorabili!). Subito dopo, su suggerimento di Nicoletta e Mario, ci siamo spostati al Corbezzolo (proprio attaccato al Conero Golf Club, comodissimo), e devo dire che è stata un’esperienza fantastica, si tratta di un ristorante con maneggio che propone pacchetti veramente interessanti. Innanzitutto abbiamo assaggiato il famoso corbezzolo, frutto simbolo della città di Ancona e del Conero, è un frutto rosso e aspro (molto meglio sotto forma di marmellata!) e poi ci siamo tuffate in un’altra avventura, una meravigliosa passeggiata a cavallo sul Monte Conero.
A cavallo sul Conero gita Corbezzolo
Abbiamo assaporato i colori ed i profumi della natura, ed è stato veramente bello sentirsi un tutt’uno con l’ambiente, un senso di pace e di benessere ha pervaso tutto il nostro pomeriggio. E dunque quale migliore conclusione di questa bellissima giornata se non fermarsi al Corbezzolo per cena e assaporare alcuni piatti tipici locali?

La giornata di domenica è stata invece all’insegna della voglia di mare, della pigrizia, della voglia di lasciarsi coccolare… abbiamo quindi preso il Conero Boat a Marina Dorica di Ancona e abbiamo fatto una favolosa gita in barca lungo la meravigliosa Riviera del Conero ammirando le spiaggette, le baie e le grotte che solo questo paesaggio marino sa offrire.
spiaggia Portonovo
Abbiamo attraccato alla Baia di Portonovo dove abbiamo fatto una sosta di tutto relax (a dire il vero c’era la possibilità di fare immersioni subacquee o battute di pesca, ma noi ci siamo limitate ad oziare piacevolmente!).
Anche questa splendida giornata è stata coronata da un ottimo ristorantino vista mare, dove ho potuto assaggiare il brodetto all’anconetana, un piatto veramente speciale e saporito (sconsigliato a chi è a dieta visto che insieme al pesce si mangia anche una tonnellata di pane croccante ideale per tutto quel gustoso sugo!).

Spero che questo nostro week end vi sia d’ispirazione per visitare Ancona in versione inedita e più naturale ed io non vedo l’ora di tornarci per fare nuove esaltanti scoperte!